La rediviva Nokia, dopo la burrascosa uscita dalla galassia Microsoft, si appresta a lanciare sul mercato una vera e propria “chicca” per tutti i nostalgici del leggendario 3310. Il vero best seller dell’era dei telefonini si appresta infatti a tornare nei negozi in una veste più moderna ma ispirata chiaramente al suo glorioso passato.

Il nuovo Nokia 3310 è senza dubbio un modello unico nel suo genere, capace di coniugare l’inconfondibile design che ha reso celebre il suo predecessore con alcune funzionalità più moderne.

Dopo la presentazione ufficiale, avvenuta durante il Mobile World Congress di Barcellona dello scorso febbraio, l’hype intorno all’erede del leggendario telefonino di casa Nokia è cresciuto in modo esponenziale. Il merito è ovviamente del nome, ma anche della dotazione tecnica “vintage”, che si basa su un display a colori QVGA non-touch da 2,4″, abbinato ad una tastiera fisica pressoché identica all’originale.

Al suo interno troviamo inoltre una fotocamera da 2 megapixel con flash LED, uno slot Micro SD e una batteria da 1200 mAh che promette un’autonomia di 22 ore in conversazione e 31 giorni in stand-by.

La dotazione del nuovo Nokia 3310 2017 è completata dal classico jack audio per le cuffie, da una radio FM integrata e da una porta micro USB per la ricarica e il trasferimento dati. Per quanto riguarda la connettività, oltre alla dual band GSM da 800/1900 MHz troviamo soltanto un’antenna Bluetooth 3.0 con SLAM. Assenti, dunque, il Wi-Fi e le connessioni dati in 3G o 4G, comunque inutili in un dispositivo che consente esclusivamente di chiamare ed inviare messaggi SMS o MMS.

Il nuovo 3310, che debutterà a maggio 2017 al prezzo di 49€, si rivolgerà dunque ai nostalgici dei vecchi telefonini, a chi vuole staccare dalla routine social, ma soprattutto ai tantissimi fan dello storico modello di casa Nokia. Per affiancarlo, Nokia ha svelato altri smartphone di fascia media, tutti sotto i 300 euro: «Il 50% dei volumi d’acquisto si concentrano in questo segmento» osserva il presidente.

Entro l’anno arriveranno altre novità, compreso un top di gamma con processore fulmineo e fotocamera di primo livello per tentare di competere con Huawei P10, Samsung Galaxy S8 e gli altri primi della classe. Incluso l’iPhone, con cui condividerà le linee di assemblaggio.

Bentornati… anni ’90!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here